Riflessioni d’ispirazione taoista sull’azione degli agenti

Un istante. Il vento disegna affreschi sull’erba sfilando fra i tronchi degli alberi. Una breve riflessione d’ispirazione taoista sulle componenti dell’azione degli agenti coscienti e incoscienti.

Il molle nel mondo si riforma, il duro nel mondo si rivoluziona: così l’erba si piega e i rami si spezzano.

Alcuni uomini sono come rami, altri come fili d’erba.  Nell’autosservazione cosciente i fili d’erba possono irrobustirsi e i rami ammorbidirsi, perciò è utile osservare l’evolversi delle cose prima di agire.

I cicli di rivoluzione e riforma compongono la storia dell’universo influenzati dallo yin perdurante e dallo yang effimero, il primo opponendo fragile resistenza, il secondo sferrando colpi fugaci. Essi sono complementari e agiscono talvolta uniti e talvolta disgiunti.

Cadrebbe in errore chi scorgesse nello yin sola passività, in quanto nel suo dolce spostamento un filo d’erba non arresta il vento impetuoso influenzandone tuttavia la direzione. E un tronco assoggetta l’erba su cui cade, eppure quest’ultima ne attutisce il colpo.

La Via dello yin è curva e ritorta, e giunge spesso lenta alla meta. La Via dello yang è  retta e veloce, e non di rado si esaurisce prima dell’arrivo.

Opponendosi al flusso delle cose l’azione yang affievolisce la forza dell’agente, ma al tempo stesso è in grado di produrre grandi effetti, mentre lo yin lo asseconda, accrescendo la propria energia.

Nei casi in cui un’azione yang assecondi il flusso, la sua forza è accresciuta se il flusso è debole, è nulla se il flusso è forte: così è vano tentare di accrescere l’impeto del vento soffiando in direzione del suo spirare, eppure una lieve spinta a un tronco sul punto di spezzarsi può produrre una rottura fragorosa.

Lo yin rafforza il proprio centro mantenendolo malleabile. Lo yang espande la propria periferia, in un moto rigido. Essere malleabili nell’espansione, indietreggiare di fronte a una forza preponderante e incedere dove è richiesto poco sforzo è espandere il proprio centro senza avere periferia: la via per la stabilità, il segreto della forza.

Annunci
Published in: on luglio 28, 2011 at 3:26 pm  Lascia un commento  
Tags: , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://imagopovi.wordpress.com/2011/07/28/riflessioni-dispirazione-taoista-sullazione-degli-agenti/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: